ASPIRATORE O VMC decentralizzata? 3


Come da tradizione, in alcuni ambienti, magari non finestrati, è previsto un passaggio per l’installazione di un aspiratore. Così come in quasi ogni cucina c’è il foro per la cappa di aspirazione.
Partendo dal presupposto che ogni buco nell’involucro è inefficienza energetica, credo che oramai lo avrete capito tutti.
A questo punto se stiamo facendo un foro per far installare un aspiratore perchè non ragioniamo un attimo sulla funzione che deve avere e chi o cosa potrebbe svolgerla nel migliore dei modi?
So che tutti avete già girato in internet alla ricerca di una VMC decentralizzata che non costi un occhio della testa, ma quella era proprio la strada giusta, anche perchè gli aspiratori a cui ci hanno abituati fino ad oggi sono rumorosi e inefficienti.
Parlo di inefficienza dell’aspiratore non tanto perchè la ventola non giri o giri poco e nemmeno perchè butti fuori aria riscaldata (pagata a caro prezzo), ma perchè mette in depressione l’ambiente dove è installato estraendo aria dove può (spifferi delle finestre, spifferi degli avvolgibili, spifferi del portone d’ingresso, spifferi dei difetti della muratura, spifferi provenienti dalle canaline elettriche che raggiungono ogni presa o interruttore della casa, fori di ventilazione delle cucine dove previsto il gas, fori di altri aspiratori non in funzione, chi più ne ha più ne metta), in altre parole SPIFFERI dappertutto di aria fredda proveniente dall’esterno. Intervenendo sulle perdite di finestre e aerazione riduciamo gli sprechi ed efficentiamo la nostra casa di circa il 50%!

le perdite di una casa
Inoltre è questa la qualità dell’aria che volete per il rinnovo quando entra in funzionamento il Vostro aspiratore?
E’ vero che alcuni aspiratori di oggi hanno consumi ridottissimi, design elegante e molto altro ancora, anche con presa di ventilazione insonorizzata, ma il problema è sempre lo stessoe non è risolto: togliamo aria calda dalla casa per risucchiare aria fredda da non so dove.
Perchè non progettare in modo più efficiente il rinnovo dell’aria. Dove erano previsti degli aspiratori si potrebbe pensare di installare una ventilazione meccanica con recupero di calore decentralizzata, un piccolo apparecchio che arieggia senza raffreddare ed espelle in fase invernale una buona quantità di umidità.

principio funzionamento
Il recupero del calore avviene grazie allo scambio di energia tra i due flussi incrociati d’aria. Nello scambiatore di alluminio passa l’aria calda viziata e umida che cede il calore all’aria fresca entrante.
Le macchine SIEGENIA hanno consumo massimo di 29 W a 70 m3/h con un volume sonoro di 41 dB(A): sono ottime prestazioni e i lavori richiesti sono un unico foro di 12 cm di diametro.

portate rumorosità consumi

La rumorosità dell’impianto è nulla a confronto dei vecchi aspiratori presenti in tutte le case italiane.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 commenti su “ASPIRATORE O VMC decentralizzata?