Il riscaldamento a battiscopa: cosa è e quanto conviene?


Comodi, caldi, ecologici e poco ingombranti. Ecco gli impianti di riscaldamento a battiscopa: cosa sono, come funzionano e quanto convengono.

Il freddo si inizia a far sentire. Per questo è bene scegliere accuratamente, nel caso di nuova abitazione o di ristrutturazione, quale tipologia di impianto di riscaldamento installare, che sia, ovviamente, rispettoso dell’ambiente e della salute di chi vi abita.
Un impianto di riscaldamento a battiscopa, un’alternativa all’utilizzo dei comuni termosifoni, in caso anche abbinabili a questi, che presentano il vantaggio di trasformare un complemento di arredo in un sistema tecnologico, permettendo la diffusione del calore in punti della casa altrimenti irraggiungibili.

sostituzione radiatori

SOSTITUZIONE DEL RADIATOREintegrazione radiatori

INTEGRAZIONE DEL RADIATORE ESISTENTE

Si tratta di un sistema riconosciuto come ecologico dalla bioedilizia, in quanto garantirebbe un comprovato risparmio energetico ed aiuterebbe, al contempo, a risolvere il problema dell’umidità all’interno delle abitazioni. Il battiscopa stesso viene trasformato in un oggetto tecnologico contenente tubazioni in rame e parti metalliche, con un valore ecologico che cresce nel momento in cui si collega a pannelli solari o ad un sistema solare termico per acqua calda sanitaria.

Il riscaldamento a battiscopa richiede che lungo le tubature presenti all’interno degli impianti scorra acqua calda: il calore proveniente dal liquido e dal battiscopa che viene riscaldato da esso si diffonde in maniera simile a quanto avviene nel caso dell’irraggiamento solare e viene propagato nell’ambiente grazie alle pareti che contribuiscono, in questo modo, a riscaldare le stanza a partire dalla loro stessa base, dove lo speciale battiscopa è stato situato.

L’effetto per cui il calore dal battiscopa si irradia alla parete è dovuto ad un vero e proprio fenomeno fisico che permette che le pareti munite di battiscopa termico possano moltiplicare il calore da esso emesso per trasmetterlo all’ambiente di cui costituiscono i confini più esterni.

come funziona              distribuzione calore

I sistemi a battiscopa per il riscaldamento, per l’effetto di particolare emanazione del calore a cui danno vita attraverso le pareti, sono detti sistemi radianti. Il loro utilizzo permette di migliorare la qualità del calore percepito, in quanto esso diventa avvolgente, raggiungendo il nostro corpo in maniera uniforme ad ogni altezza (a differenza di quanto avviene per gli impianti di riscaldamento a pavimento, con i quali il calore è percepito soprattutto nella parte inferiore del corpo).

L’acqua che scorre all’interno delle tubature in rame del battiscopa può raggiungere una temperatura che oscilla tra i 45-60°C, a seconda che si utilizzi una pompa di calore o una caldaia tradizionale: in ogni caso si tratta di temperature che non vengono considerate eccessivamente elevate e che possono garantire un risparmio energetico e di acqua non indifferente (il contenuto d’acqua per metro lineare è di circa 0,3 litri e per una appartamento di circa 90 metri quadri in classe C/D sono necessari 14,5 litri)

comparazione con altri sistemi

Non ingombranti (alcuni sistemi a battiscopa possono essere incassati all’interno delle pareti, ma in generale si tratta della soluzione più adatta a case di dimensioni contenute) e con installazione piuttosto semplice. Inoltre, hanno tra i vantaggi, la completa soluzione del problema dell’umidità delle pareti. Tali sistemi infatti contribuiscono ad asciugare completamente le pareti dall’umidità in eccesso, mantenendo al tempo stesso un tasso corretto della stessa all’interno degli ambienti, ed evitano spostamenti di aria, di polvere e che il calore emesso possa rimanere uniforme per tutto il tempo stabilito per il loro azionamento.

I costi dei sistemi a battiscopa variano soprattutto in base alla modalità che verrà scelta per fornire ad essi l’energia necessaria al loro funzionamento: si tratta in ogni caso di sistemi a lunga durata che prevedono costi medi, godendo delle detrazioni fiscali in vigore fino a fine anno destinate ai lavori di riqualificazione energetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *